La filiera del baccalà del Ceppo

Perchè il baccalà del Ceppo è tanto prezioso?

La nostra è un attività di famiglia, i nostri prodotti nascono dalla grande passione che mettiamo nel crearli. Nulla viene lasciato al caso nella nostra azienda, nessun dettaglio viene trascurato.
Il nostro fiore all’occhiello, il baccalà, nasce in Norvegia: è proprio qui che viene pescato ed è qui , precisamente a Rost (Isole lofoten), che Riccardo Boscolo è andato in visita.

Il baccalà si pesca da febbraio a metà aprile ed ogni barca può pescare una quota predefinita di pesce.

La prima fase di essicazione avviene nelle rastrelliere dove il pesce rimane per 90 giorni. Qui deve perdere gran parte dell’umidità, sino ad arrivare al 20% del proprio peso corporeo.
Solo a questo punto viene spostato dentro ai magazzini dove rimane alcuni mesi.

Finalmente a settembre arriva qui in azienda, dove viene lavorato in maniera artigianale per portare la firma Il Ceppo.

Solo controllando la filiera fin dalla pesca, siamo in grado di conoscere anticipatamente l’andamento della stagione e di poterci organizzare.

Grazie a questa visita, Riccardo ha scoperto che quest’anno ci sono molti pesci grandi che poco si prestano alla lavorazione del baccalà. Questo significa che questo inverno avremo minore quantità di prodotto.
Le visite in Norvegia di Riccardo Boscolo non finiscono qui. A luglio tornerà per verificare la fase di essicazione.